corso rspp

Corso RSPP Milano

Il corso RSPP rientra a pieno tra i corsi obbligatori per le aziende e consente di formare correttamente (e successivamente nominare) una figura, unica e professionale, che si possa occupare di gestire la sicurezza sul posto di lavoro, regolata dal Testo Unico su Sicurezza e Salute (D.Lgs 81/08).
Secondo questo decreto legislativo, ogni attività aziendale ha l’obbligo ed il dovere di nominare l’addetto responsabile RSPP, acronimo di “Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione“. Ma quali requisiti deve avere questa figura per essere adatto alla nomina? Vediamo insieme di seguito chi può ricoprire questo ruolo.

Corso RSPP datore di lavoro

Il titolare dell’azienda è tra i candidati più gettonati per ricoprire il ruolo dell’RSPP, tuttavia si può anche ricorrere ad una figura di riferimento esterna all’azienda, come un consulente del lavoro o addirittura ad un dipendente. La figura in questione dovrà possedere qualità e requisiti adatti alla tipologia di rischi, che potrebbero presentarsi nello specifico tipo di attività in questione.

In quali casi il datore di lavoro può ricoprire il ruolo di responsabile?

  1. Per le aziende di artigianato: fino a 30 dipendenti
  2. Per le aziende agricole e zootecniche: fino a 30 dipendenti
  3. Per le aziende di pesca: non più di 20 dipendenti
  4. Per altri tipi di aziende: con max 200 dipendenti

Attenzione: secondo quanto riportato nel Testo Unico sulla sicurezza, qualora l’azienda scegliesse di non affidare il ruolo dell’RSPP a qualcuno è sanzionabile per legge, incorrendo in una multa che varia tra i 2500 e i 6400 euro, fino all’eventuale sospensione dell’attività lavorativa.

Il datore di lavoro che ricopre il ruolo di RSPP è obbligato a frequentare gli specifici corsi rspp, la durata dei quali varierà in base al tipo di azienda in questione e quindi all’entità dei rischi eventuali che potrebbe correre:

  • Azienda con rischio basso – Durata 16 ore;
  • Azienda con rischio medio – Durata 32 ore;
  • Azienda con rischio alto – Durata 48 ore;

Puoi consultare il livello di rischio della tua azienda nell’allegato II dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11.

Corso Formazione RSPP per Esterni

Nel caso in cui si scegliesse una figura esterna all’azienda, la decisione spetterà al titolare. IL decreto 81/08 stabilisce che il responsabile esterno deve possedere i seguenti requisiti: diploma di un istituto superiore e attestato di frequentazione alla formazione RSPP, della durata di 40 ore.

I topic del corso riguardano la gestione della sicurezza sul posto di lavoro, la gestione della formazione dei lavoratori, le possibili fonti di rischio in azienda e le misure di prevenzione per evitare eventuali infortuni.
I corsi si svolgono con approfondimenti esemplificativi oltre che prove pratiche Al termine della formazione verrà rilasciato un attestato di frequenza e conseguimento.

Moduli Corso RSPP Milano

  • corso rspp modulo A (28 ore) disponibile anche in e-learning;
  • corso rspp modulo B (48 ore): corso di specializzazione disponibile solo in aula;
  • corso rspp modulo C (24 ore) corso specifico di comunicazione disponibile solo in aula.

Vuoi diventare un responsabile del servizio prevenzione e protezione? Informati meglio su tutti i corsi da seguire e richiedi informazioni agli esperti di Haccp.milano.it!

attestato haccp - Ristorante

Validità Attestato Haccp: Durata e Aggiornamento

Che cos’è il sistema HACCP?

Con il termine HACCP, che è l’acronimo delle parole Hazard Analysis and Critical Control Point, s’intende il sistema di analisi dei rischi e controllo dei punti critici significativi per identificare e monitorare in modo scientifico i pericoli e le misure che garantiscano la sicurezza alimentare così da preservare la salute umana. In particolare, fra i diversi vantaggi offerti dal sistema HACCP bisogna evidenziare che tale metodo è applicabile lungo tutta la catena alimentare, ossia dalla produzione al consumo; migliora la sicurezza dei cibi a livello igienico, può aiutare l’ispezione delle autorità di regolamentazione ed è compatibile con i vari sistemi di gestione della qualità.

Cosa prevede il sistema HACCP?

Più nello specifico il sistema HACCP prevede di:

  • eseguire un’analisi preventiva dei rischi;
  • accertare i punti critici da controllare;
  • fissare uno o più limiti critici;
  • definire un sistema per monitorare i punti critici da controllare;
  • decidere delle soluzioni da applicare se un punto critico non è sotto controllo;
  • determinare dei procedimenti per verificare e confermare che il metodo HACCP stia funzionando in maniera davvero efficace;
  • stabilire la documentazione più appropriata a ogni procedura.

Validità attestato HACCP

Di seguito ecco alcuni utili approfondimenti sulla validità dell’attestato HACCP: validità, durata e aggiornamento.

Per quanto tempo è valido l’attestato HACCP?

validità haccp regione lombardia

Chi lavora nella sfera alimentare deve essere formato sull’igiene e la sicurezza degli alimenti in maniera specifica secondo l’attività considerata. Al riguardo gli operatori del settore alimentare (OSA) devono garantire che vengano rispettati i requisiti previsti dalle disposizioni nazionali. In merito alle competenze che gli OSA devono possedere il documento necessario per comprovarle e per dimostrare l’attuazione del Regolamento CE n.852 del 2004 è l’attestato HACCP, il cui rinnovo cambia di zona in zona, in particolare ogni 2, 3, 4 o 5 anni a seconda della regione, e la cui validità ha forza in tutta l’Unione Europea.

Tal attestato HACCP si ottiene dopo aver frequentato giustappunto un corso HACCP obbligatorio per legge che preveda tematiche come, ad esempio, la microbiologia, la chimica, la fisica, la normativa, il sistema HACCP, la sua applicazione e la sanificazione e aver sostenuto e superato un test che dimostri le nuove competenze acquisite. Per ciò che concerne il tipo di corso di formazione HACCP cui partecipare si deve seguire quello specifico per il proprio ruolo aziendale.

Quali sono i corsi di formazione HACCP proposti in Italia e quante ore durano?

Fra i corsi di formazione HACCP cui è possibile partecipare in Italia occorre evidenziare:

  • il corso per il responsabile dell’industria alimentare della durata di 8 ore;
  • il corso per l’addetto che manipola gli alimenti della durata di 4 o 6 ore. A questo proposito tale corso HACCP è idoneo agli addetti del settore alimentare quali chef, cuochi, pasticcieri, barman, salumieri, macellai, panettieri, pizzaioli, rosticcieri, gelatai, eccetera;
  • il corso per l’addetto che non manipola gli alimenti della durata di 4 ore. A tal riguardo questo corso di formazione HACCP è adatto ai camerieri, ai magazzinieri, agli addetti delle mense e ai promoter, nonché agli addetti alle vendite e al trasporto di frutta e verdura.

L’aggiornamento dell’attestato HACCP secondo la regione considerata

In dipendenza della regione di appartenenza è diversa la durata dell’attestato HACCP, pertanto anche la ciclicità del relativo aggiornamento. In particolare si pone l’accento sul fatto che il rinnovo dell’attestato HACCP deve essere fatto:

  • ogni 2 anni in Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sardegna e Trentino Alto Adige;
  • ogni 3 anni in Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Marche, Piemonte, Sicilia, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto;
  • ogni 4 anni in Liguria e Puglia;
  • ogni 5 anni in Molise e Toscana.

In merito alla validità dell’attestato HACCP è opportuno ricordare che nel Lazio e in alcune città presenti in altre regioni italiane la ciclicità con cui aggiornare i lavoratori è lasciata alla discrezione dei datori di lavoro. Per terminare allo scopo di ottenere una consulenza sulla sicurezza sul lavoro e informazioni sui corsi di formazione HACCP a Milano e provincia, a domicilio oppure online, è possibile scrivere all’indirizzo [email protected] oppure chiamare il numero 02 82958889.

piano haccp bar

Haccp Bar: Manuale Haccp per Bar e Schede Temperatura Frigoriferi

Normativa Haccp Bar

haccp barIl decreto del 28 agosto del 1997 riguardante il manuale Haccp bar spiega dettagliatamente l’obbligo da parte del proprietario dei locali che preparano e servono alimenti, di creare un preciso regolamento che lui stesso e i suoi dipendenti dovranno seguire alla lettera.

Il manuale Haccp dovrà contenere inoltre ogni ingrediente utilizzato nella realizzazione delle pietanze oltre che i metodi conservativi utilizzati e le temperature applicate nei locali frigoriferi in cui vengono conservati gli alimenti. Inoltre dovranno essere ben individuati e descritti quelli che possono essere i punti di rischio per la sicurezza e l’igiene degli ambienti e degli alimenti.
Anche il trasporto di ogni prodotto alimentare deve essere regolato dal manuale di autocontrollo Haccp bar.

Cosa comprende il manuale Haccp bar

I punti che devono essere trattati essenzialmente nel manuale Haccp che riguarda i bar in cui si servono consumazioni alimentare sono:

  • La pulizia degli ambienti adibiti alla preparazione e alla consumazione dei pasti
  • Lo smaltimento dei prodotti di rifiuto
  • I processi messi in atto per mantenere l’igiene del locale e delle attrezzature
  • Controllo costante dell’eventuale presenza di infestanti e prevenzione di infestazioni
  • I metodi di igienizzazione del locale
  • La metodologia utilizzata per la manutenzione degli utensili e delle attrezzature all’interno del locale
  • I metodi di preparazione, conservazione e somministrazione dei prodotti
  • Indicazioni di tracciabilità di ogni materia prima
  • I metodi e le date della formazione e aggiornamento del personale
  • I dispositivi utilizzati per garantire l’igiene come grembiule, cuffia e guanti

Consulenza professionale Haccp a Milano

Ogni attività che prevede la manipolazione e la somministrazione di alimenti, come accade nei bar, si deve fornire del manuale Haccp, cioè l’insieme delle regole che gestiscono l’autocontrollo alimentare da parte di tutti gli operatori che lavorano nel locale.

consulenza haccp barLa realizzazione del manuale Haccp spetta al gestore del bar ed è sua responsabilità stabilire ogni regola che garantisce il rispetto delle normative di igiene e sicurezza nella preparazione e conservazione degli alimenti. Inoltre, nel manuale Haccp bar c’è l’obbligo di inserire ogni scheda Haccp da compilare durante ogni operazione di autocontrollo. Tale scheda deve essere compilata dal titolare del bar regolarmente in modo da verificare che la struttura sia in condizioni ideali di igiene e sicurezza per i dipendenti e i consumatori. In caso sia indicato nella scheda che quotidianamente avviene un controllo delle temperature dei frigoriferi presenti nel locale deve esserci un modulo di autocontrollo in cui vengono specificati i gradi che devono essere mantenuti e quelli rilevati.

Ogni scheda deve essere aggiornata periodicamente, se questo non viene effettuato si potrebbe incorrere in multe anche elevate in caso avvengano dei controlli da parte delle autorità preposte. Per non rischiare, affidati ai professionisti del settore a Milano che grazie ad una consulenza mirata forniranno tutte le indicazioni per la creazione sia del manuale Haccp.

I nostri consulenti si occuperanno di individuare i punti critici e formeranno il personale oltre ad effettuare un regolare aggiornamento della schede. Un servizio personalizzato per svolgere la propria attività in piena sicurezza.

Che cos’è e a cosa serve il manuale Haccp Bar

Haccp sta a significare Hazard Analysis Critical Control Point, ovvero l’analisi e il controllo dei punti critici in un locale che si occupa di servire prodotti alimentari.

Igiene, sicurezza e pulizia dell’ambiente di lavoro e il trattamento adeguato del cibo sono le caratteristiche principali che richiedono l’attenzione degli operatori. Il gestore dovrà preoccuparsi quindi di inserire nel manuale tutte le azioni atte a mantenere il giusto atteggiamento e la corretta pulizia per evitare problemi ai clienti che consumeranno gli alimenti serviti. Tale manuale infatti, è stato creato appositamente per garantire sicurezza e tutelare la salute dei coloro che consumano pasti nei bar. Le normative europee e la legge italiana prevedono appunto un attento controllo di qualità e igiene definito nel manuale Haccp.

Chi deve creare il manuale Haccp

haccp barChi possiede un bar è obbligato ad uniformarsi alle normative vigenti ed è da ritenersi sua la responsabilità del mancato rispetto delle regole stabilite nell’autocontrollo alimentare. Il proprietario del locale dovrà seguire un corso per ottenere una formazione adeguata a stilare il manuale Haccp e controllare i rischi presenti nel proprio bar insegnando agli operatori il comportamento che devono tenere.

Gli stessi dipendenti dovranno seguire una formazione con il conseguimento finale dell’attestato che li dichiara abili alla manipolazione degli alimenti.
I nostri corsi sono indicati per tutti coloro che sono coinvolti nella preparazione e distribuzione del cibo a terzi e ai manager o gestori dei locali di ristorazione, compresi i bar. Durante il corso si insegna a riconoscere i punti critici e ad affrontare il rischio, i metodi corretti di conservazione degli alimenti e la pulizia dei locali e degli utensili che vengono a contatto con gli alimenti.

diagramma a flusso haccp - Diagramma

Diagramma di Flusso Haccp

Il diagramma di flusso haccp rappresenta la base sulla quale si basa il piano HACCP ed è pianificato tenendo in considerazione il processo di lavorazione degli alimenti o del prodotto nella lavorazione aziendale.

La verifica di tale processo è dunque effettuata prima dell’analisi dei rischi alimentari. Grazie all’analisi dei processi produttivi delle aziende facenti parte del settore alimentare, quali ad esempio bar, pasticcerie, pastifici, forni e ristoranti, si potrà successivamente individuare le criticità ed i fattori di rischio durante la produzione e la manipolazione degli alimenti.

Tramite il diagramma di flusso Haccp, ossia attraverso l’esame del ciclo di manipolazione degli alimenti, si andranno ad individuare le fasi maggiormente sottoposte a rischio contaminazione. Contaminazione che potrebbe mettere a rischio l’integrità e la sicurezza degli alimenti della filiera alimentare.

Quale formato deve avere il diagramma di flusso Haccp?

haccp-diagramma-di-flusso
Esempio diagramma di flusso Haccp

Il diagramma di flusso non deve obbligatoriamente seguire standard di formato per la presentazione.

Caratteristica fondamentale del diagramma di flusso è la descrizione sequenziale delle fasi che compongono il processo di produzione o lavorazione dell’alimento, partendo dalla selezione delle materie prime fino alle fasi di vendita al dettaglio o manipolazione presso il cliente.

La redazione del diagramma di flusso deve essere accompagnata dal diagramma dello schema di impianto, nel quale sono indicate le apparecchiature utilizzate, la collocazione e gli spostamenti dei prodotti e del personale durante il processo.

Tipologia dei rischi nel processo di manipolazione degli alimenti

I tipi di rischi che possono compromettere lo stato degli alimenti sono:

  • Rischio biologico
  • Rischio chimico
  • Rischio fisico

Una consulenza specializzata da parte di un professionista di Haccp Milano permetterà di individuare tutti i punti critici durante la manipolazione degli alimenti, nonché durante il processo di produzione e lavorazione.

Analisi rischi Haccp in azienda – Diagramma di Flusso Haccp

Haccp Milano offre servizi di formazione e consulenza sui temi connessi ai rischi di contaminazione degli alimenti all’interno della filiera produttiva e di lavorazione.

L’analisi delle esigenze aziendali e dello specifico ciclo di lavorazione consente ai consulenti di Haccp Milano di individuare, all’interno dei processi prodotti, i passaggi dove possono essere presenti criticità, garantendo all’azienda cliente un’attenta verifica dei vari fattori.

corso formazione per alimentaristi - Industria alimentare

Corso Formazione per Alimentaristi

Corso formazione per Alimentaristi

  • Personale addetto alla manipolazione di alimenti

Gli alimentaristi per eseguire il loro lavoro devono partecipare ad un corso di formazione. Questi corsi di formazione fanno parte del sistema HACCP acronimo inglese di Hazard Analysis and Critical Control Points, cioè un’analisi dei rischi e controllo dei punti critici nell’azienda dove si lavorano gli alimenti, per ridurre al minimo e prevenire contaminazioni alimentari. Quindi HACCP permette di controllare completamente la manipolazione degli alimenti in ogni fase, partendo dalla produzione, passando per la lavorazione fino ad arrivare alla vendita. In questo modo si può controllare minuziosamente l’igiene e garantire una commestibilità certa. Viene regolato dal Decreto Legislativo 193/07, che obbliga il lavoratore a procedere con un autocontrollo igienico nelle industrie e negli esercizi che producono e lavorano alimenti.

I corsi per alimentaristi – HACCP

I corsi fisici HACCP non si occupano solamente dei dipendenti che manipolano direttamente il cibo, ma anche coloro che non lo fanno. Questo è dovuto per due motivazioni differenti: nel prima caso i lavoratori devono conoscere i rischi microbiologici e infettivi che possono contaminare il cibo, dalla fase di lavorazione fino a quella di vendita. Nel secondo caso devono preoccuparsi di far rispettare completamente le regole igienico sanitarie e la sicurezza dei lavoratori.

Chi vuole entrare nel mondo alimentare deve conoscere e sapere come funziona HACCP. Questo perché è indispensabile e richiesto per aprire una ditta che si occupa di distribuire alimenti. Tutti quelli che manipolano il cibo devono conoscere molto bene le tecniche per la sicurezza e l’igiene, anche colui che guida il camion che trasporta gli alimenti. È normale che ogni tipologia di lavoro nel settore alimentare, deve possedere diverse competenze sull’igiene, ad esempio il responsabile dell’industria avrà sicuramente conoscenze differenti rispetto all’addetto che magari guida il muletto. Dunque se si vuole iniziare a lavorare nel mondo alimentare si deve possedere necessariamente il certificato HACCP.

Corso Formazione per Alimentaristi BASE

I lavoratori che manipolano gli alimenti devono essere propriamente formati su igiene e sicurezza sul lavoro, per evitare di contaminare i prodotti alimentari. Proprio per questo i corsi per alimentaristi sono suddivisi in base alle mansioni svolte da ogni dipendente, in modo tale da permettere ad ognuno di possedere conoscenze per la sicurezza alimentare sul lavoro. Il Regolamento numero 852 del 2004, obbliga tutti i lavoratori che entrano in contatto diretto o indiretto con gli alimenti a ricevere una formazione completa e idonea. Questa informazione sostituisce il vecchio libretto sanitario.

Se le autorità durante un controllo trovano che un dipendente non possiede le competenze giuste, imparate dal corso formativo HACCP, può emettere una sanzione ai sensi del Decreto Legislativo 6 novembre 2007, numero 193.

Il corso base per alimentaristi è, dunque, obbligatorio per chi vuole lavorare in un’azienda alimentare pubblica o privata, di qualsiasi genere. Il costo del corso sarà di 50,44 euro, esclusa iva e il 4% di cassa biologi. L’iscrizione al corso di può effettuare molto facilmente compilando l’apposito modulo oppure tramite telefono. L’attestato per dimostrare di aver preso parte completamente al corso, viene rilasciato al termine del corso stesso.

Tutti i corsi HACCP sono validi solamente nella regione in cui si eseguono, in questo caso in tutta Lombardia. Nel corso vengono trattati argomenti scelti tramite la delibera 825/09. Per coloro che manipolano direttamente gli alimenti, il corso parlerà di igiene alimentare e particolarmente dei modi per prevenire i problemi igienico sanitari legati alla manipolazione degli alimenti, oltre a come applicare le misure di autocontrollo in base al lavoro svolto. Il dipendente dovrà necessariamente conoscere ed identificare i punti critici di controllo, che si trovano nel ciclo produttivo dell’azienda e trovare, inoltre, come trattare eventuali problemi presenti.

Il corso HACCP: consigli utili

I temi affrontati nel corso HACCP, sono diversi in base al lavoro svolto dal dipendente. Anche se tutte le tipologie sono unite da un corso base, praticamente identico per tutti i tipi. È normale però che le specifiche di ogni ambito siano diverse in base al mestiere. Il corso HACCP permette di imparare a riconoscere: i problemi tramite un controllo visivo; la temperatura adatta per ogni alimento e come funziona la rotazione della merce in magazzino.

È fondamentale, anche nei corsi online, studiare almeno un’ora al giorno in modo tale da assimilare al meglio tutte le informazioni. Si può scegliere di partecipare al corso tradizionale oppure online, studiando approfonditamente così da imparare tutte le nozioni correttamente.

chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 0282958889